LA MAMA UMBRIA DA SPOLETO A NEW YORK 5-7 gennaio 2014

ny2014-7

Conclusa negli U.S.A. la tre giorni di eventi promossi dal centro artistico spoletino Lanciate le prossime attività internazionali

Da Spoleto a New York il passo è breve, con un ponte come La MaMa Umbria International.

Si è inaugurata infatti in una Grande Mela imbiancata dalla neve l’attività 2014 del centro culturale spoletino, con tre giorni di spettacoli ed eventi enogastronomici a firma umbra.

Nell’occasione sono stati annunciati i maestri internazionali attesi a Spoleto per i tradizionali workshop estivi di alta formazione: fra questi anche gli italiani Motus e i pluripremiati Belarus Free Theatre, insieme ad artisti provenienti da Stati Uniti, Argentina, Israele, Serbia e Bolivia.

Le danze si sono aperte con La Festa della Befana, che il 5 gennaio ha visto sbarcare al teatro La MaMa E.T.C. di Manhattan ospiti illustri dello spettacolo internazionale. Il menù prevedeva le migliori pietanze della cucina umbra, servite con la collaborazione dei produttori Monini e Urbani Tartufi,  e dei vini delle aziende Scacciadiavoli e Di Filippo. Un travolgente concerto con classici di De Andrè, Modugno e canzoni tradizionali è stato offerto dai musicisti dell’Associazione Bisse insieme ad artisti del teatro La MaMa.

Fra gli ospiti più noti anche l’attrice Estelle Parsons, premio Oscar per la sua interpretazione di Gangster Story, Elizabeth Swados, autrice del film con Meryl Streep Alice at the Palace, o lo scrittore Israel Horovitz, che lanciò attori come Al Pacino e John Cazale prima di vincere a Cannes con il suo Fragole e sangue. E poi ancora Jean-Guy Lecat, John King e Mary Overlie.
A questa inaugurazione sono seguiti i due giorni di New Playwrights Marathon, che hanno visto sfilare letture di 17 nuovi testi di altrettanti autori provenienti da Stati Uniti, Canada , Australia, Singapore, Corea, Regno Unito. A questi si è aggiunto il drammaturgo e critico italiano Gherardo Vitali Rosati con la presentazione di Fumo Blu/Blue Smoke, nato in residenza artistica a La MaMa Umbria, che sarà prodotto in Italia nella stagione 2014/15.

Sono stati poi annunciati i corsi di alta formazione per l’estate 2014. Con il titolo “Theater for Social Change and Community Engagement” (“Teatro per il cambiamento sociale e lo sviluppo comunitario”) sono stati invitati artisti che si sono impegnati nel teatro in zone di conflitto. Fra questi Hjalmar Jorge Joffre-Eichorn, attivo da anni in Afghanistan, Dijana Milosevic impegnata in Serbia, Chen Alon, da Isralele e la compagnia Belarus Free Theatre, che lotta contro l’oppressione politica in Bielorussia. Ci saranno poi l’argentino Roberto G. Varea, Jessica Litwak dagli USA e i Motus dall’Italia. Gli artisti insegneranno al simposio di regia, le cui due sessioni si svolgeranno a Spoleto dal 30 giugno al 14 luglio e dal 16 al 30 luglio. A seguire sarà proposta la tradizionale residenza di drammaturgia, coordinata dalla scrittrice franco-americana Catherine Filloux (1-10 agosto). Per informazioni e prenotazioni: lamamaumbria@hotmail.com – www.lamamaumbria.org.

“È stata un’occasione straordinaria per presentare a livello internazionale il lavoro de La MaMa Umbria – dice il direttore Andrea Paciotto, che annuncia che  – questa iniziativa italo-americana diventerà un appuntamento annuale, da ripetersi regolarmente ad inizio gennaio. La MaMa Umbria conferma la sua vocazione internazionale, creando collegamenti e scambi con la sede newyorkese e con i tanti partner in Europa e nel resto del mondo”. Dal canto suo, la direttrice de La MaMa E.T.C. di New York, Mia Yoo, commenta: “sono sicura che grazie a questo evento chi non è mai stato a Spoleto sarà tornato a casa con una vivida immagine del luogo e un desiderio di visitarlo personalmente”.

E a breve La MaMa Umbria International, vincitrice del Progetto Europeo per la formazione Grundtvig “PAIRS – Performing Artist in Residences” che prevede la realizzazione di una rete internazionale di residenze artistiche con Germania, Belgio, Grecia, Cipro e Slovenia,  parteciperà dal 22 al 25 gennaio ad un appuntamento a Liegi in Belgio, per l’implementazione del progetto e per  lavorare su futuri progetti Europei. Il progetto si concluderà a giugno del 2014 a Spoleto con un importante incontro per la presentazione dei risultati del Progetto.

Ringraziamo tutti coloro che hanno collaborato, sostenuto e partecipato a queste importanti iniziative internazionali, e in particolare vogliamo ringraziare e ricordare Ellen Stewart, fondatrice de La MaMa ETC di New York e del Centro Artistico Spoletino La MaMa Umbria International, con una messa in suffragio per il terzo anno della sua scomparsa, che si celebrerà Venerdì 17 gennaio alle ore 15.30  presso la Chiesa parrocchiale S. Pietro di Bazzano Superiore.

Share

Commenti chiusi