STRANGE GAMES

locandina strange gameA4_lowDicembre 2015
Compagnia Teatrale “Olshansky Art De La Joiе”
Residenza Progetto Interregionale (Umbria, Campania, Lombardia, Toscana)

STRANGE GAMES

La compagnia dei fratelli Vladimir e Yuri Olshansky, attori-clown di origine russa dalla straordinaria carriera internazionale, negli ultimi si divide tra la Francia e l’Italia. Il loro rapporto con il teatro La MaMa inizia negli anni 80 a New York. A dicembre questo gruppo svolgerà presso La MaMa Umbria International una residenza di quindici giorni mirata al completamento della nuova edizione dello spettacolo Strange Games. Questo periodo di lavoro fa seguito ad una precede fase di residenza presso il Nostos Teatro di Aversa (CE) e una presso il Teatro ELF di Milano. Oltre ai due fratelli Olshansky, collaboreranno alla residenza altri artisti Italiani e stranieri: l’attore italiano Carlo Decio, lo scenografo e costumista russo Boris Petrushansky, l’artista digitale danese Johan Melin che si occuperà degli effetti speciali e degli ologrammi, il disegnatore luci italiano Ignazio Abbatepaolo e il disegnatore del suono italiano Mauro Diciocia. A Spoleto lo spettacolo raggiungerà la fase culminate della produzione e sarà presentato al pubblico, presso il Teatro San Nicolò, verso alla fine di dicembre. Le date precise delle repliche dovranno essere confermate con l’Ufficio Cultura del Comune di Spoleto.  Al progetto collaborano inoltre la Società Cooperativa Sociale Soccorso Clown ONLUS, di Firenze, che sosterrà il processo di produzione e si occuperà successivamente della diffusione e distribuzione dello spettacolo nel 2016.

 

di Vladimir Olshansky
Regia di Vladimir Olshansky
Attori Vladimir Olshansky, Carlo Decio, Yury Olshansky
Scenografia Simon Pastukh (Usa)
Scenografia /costumi/poster Boris Petrushansky (Russia, Francia)
effetti speciali/olografia Johan Melin (Danimarca)
Luci: Ignazio Abbatepaolo
Suono: Mauro Diciocia

Strange Games è uno spettacolo che non necessita di parole, è un’evoluzione contemporanea dell’arte dell’attore-clown che deriva da grandi tradizioni:  Buster Keaton e Grock a Charlie Chaplin e a Marcel Marceau, al Cirque du Soleil, passando dalla tradizione  teatrale e circense russa di  grandi  attori–clown contemporanei come Leonid Engibarov  e Slava Polunin (Slava Snow Show) e il Teatro Licedei.

L’autore, regista ed interprete principale è lo straordinario attore-clown Vladimir Olshansky, laureato all’Accademia del Circo di Mosca, che si è esibito come clown-attore nei teatri di ogni parte del mondo, e come guest artist col celeberrimo Cirque du Soleil, protagonista anche in Slava Snow Show di Slava Polunin,

Strange Games è una commedia metafisica che si esprime nel linguaggio della poesia e del sogno attraverso gli strumenti del circo e della clownerie. Lo show comprende momenti di brillante improvvisazione, con il coinvolgimento del pubblico da parte degli attori, che trasformano lo spettacolo in un’affascinante esperienza interattiva. La dimensione dell’assurdo, insieme alle problematiche esistenziali, prendono forma davanti ai nostri occhi offrendoci trovate e sorprese, magistralmente descritte e osservate attraverso  l’umorismo e l’intelligenza.

La prima versione di questo spettacolo è stata realizzata nel 2006, partecipando a diversi festival Europei, anche in Italia e all’estero, ottenendo sempre un’ottima critica. Nella sua nuova veste Strange Games si svilupperà ulteriormente avvalendosi della collaborazione di artisti di rilievo internazionale provenienti da 4 paesi (Italia, Francia, Danimarca, Russia) e l’impiego di tecnologie teatrale innovative (olografia).

La compagnia teatrale Olshansky “Art De La Joiе ha sempre creato un teatro che celebra l’amore, la gioia e la vita. Il suo linguaggio veicola messaggi, informazioni ed emozioni attraverso il movimento, il mimo, le arti del circo. Consente di comprendere delle storie semplici e divertenti senza l’uso della parola, in maniera molto più immediata.

Carlo Decio, Vladimir Olshansky, Yury OlshanskyVladimir Olshanky 1246a

FacebookGoogle+TwitterShare

Commenti chiusi